Yoga Video
Consiglia su Facebook

 

FESTIVAL
YOGA NOMADE

Lo yoga itinerante

Comfort e Innovazione per praticare yoga in armonia con l'ambiente‎. Chiedici il codice coupon  per avere il 10% sconto ììì 
________________
Corsi di
Ashtanga Yoga
ad ANCONA

Laura Liuni
3388427590
________________








 

Metodo Yoga dinamico Ashtanga Vinyasa

Yoga Posturale dinamico

Risveglia la tua forza vitale

Movimento consapevole     -     Forza & Flessibilità     -      Respirazione
Ritmo ed Agilità     -     Depurazione     -     Scarico di tensioni
Ricarica energetica     -     Concentrazione     -     Rilassamento psicofisico

Sirsasana                    -             Primo vinyasa del Surya Namaskara         - Prasarita Padottanasana 1

 

Ashtanga Vinyasa Yoga nasce a Mysore (India del sud) ad opera di Sri. K. Pattabhi Jois che deriva il metodo dagli insegnamenti di Sri. T. Krisnhamacharya.  La parola Ashtanga vuol dire letteralmente ‘otto rami’ e fa riferimento agli otto gradini descritti da Patanjali nei suoi Yoga Sutra. Vinyasa (lett. "mettere al giusto posto") indica la sincronicità di respiro e movimento.

La più conosciuta delle leggende che narrano la nascita dell’Ashtanga Vinyasa Yoga è quella che racconta di Sri T. Krishnamacharya e del suo giovane allievo Pattabhi Jois in viaggio a Calcutta alla ricerca di antichi testi sullo yoga. Nella biblioteca della città rinvengono un manoscritto molto antico del saggio Vamana Rishi dal titolo “Yoga Kurunta”. Al suo interno vi sono descritte sei serie di posizioni che comprendono la maggior parte delle asana conosciute e, tra l’altro, un’importante raccomandazione: “Vinavinyasayogena asanadin na karayet” (“O Yogi! Non praticare asana senza vinyasa!).

 

Il cuore di questo metodo e' nella sincronizzazione del respiro con il movimento nella pratica di una sequenza ben precisa di posture che sono collegate e concatenate tra loro proprio dal respiro, come in una danza.
Forza, flessibilita' e sudore sono gli aspetti particolari di questa antica e tradizionale forma di yoga che apparentemente sembra contraddire la visione occidentale dello yoga in genere.

asana yoga ashtanga vinyasa

Marichyasana D             -          Virabhadrasana

Sequenze predeterminate di posizioni

Il metodo contiene fondamentalmente 4 serie o sequenze di posizioni, ogni una viene insegnata in un ordine preciso .

.- Prima serie o sequenza di posizioni- Principianti- ( Yoga Chikitsa )
Un programma che quando viene fatto regolarmente disintossica il corpo, alinea il sistema muscolo-scheletrico e offre salute e vitalita' a tutto l' organismo.

 

Scarica la Prima serie o sequenza di posizioni ( Yoga Chikitsa )

Scarica la Seconda serie o sequenza di posizioni ( Nadi Shodana)

 

 

 

.- Seconda serie o sequenza di posizioni-Intermedia- ( Nadi Shodhana )
Un programma che lavora il sistema nervoso, depurando i canali energetici.

.- Terza serie o sequenza di posizioni-Avanzata A,B- ( Sthira Bhaga )
Un programma che purifica la mente, apportando forza mentale, meditazione e umilta' al praticante.

Questi 3 livelli formano una graduale e potente pratica trasformatrice che collega corpo e mente producendo armonia tra di loro.  Quello che cerchiamo con la pratica e' migliorare la salute, la forza, la stabilita' e chiarezza di mente e sopratutto felicita', la pratica comporta il sollievo della sofferenza.

asana yoga ashtanga vinyasa asana yoga ashtanga vinyasa asana yoga ashtanga vinyasa

ArdhaBaddha Padmottanasana

Sistema di respirazione-movimento

La continuita' di una respirazione profonda ed uniforme non puo' essere trascurata.Vinyasa, significa sistema di respirazione-movimento. Ogni movimento implica una respirazione. Quando il respiro nutre l ' azione e l ' azione nutre la postura, ogni movimento diventa gentile, preciso e perfettamente stabile.

Il proposito del vinyasa è la purificazione interna. Mentre si eseguono le asana o posizioni, la respirazione e il movimento insieme, riscaldano il sangue producendo intenso sudore. Il sangue si fludifica e si fa leggero favorendo cosi la sua libera circolazione per il corpo, articolazioni, muscoli ed organi, trascinando con se' le impurita' e le tossine che sono fonti di malessere e malattie.

 

asana yoga ashtanga vinyasa  posicion posizione

Baddha Padmasana                     Yogamudra

 

"Il respiro e' vita. Respirare e' l ' azione umana piu' fondamentale e vitale; essa porta in
se' un ' essenza divina, l ' espirazione e' un movimento verso Dio, l ' inspiracione e' un
movimento da Dio. Il respiro unisce il corpo con la parte piu' profonda della mente -lo spirito- e
lo spirito della pratica dell ' Astanga e' il respiro.

Acquisendo la capacita' di un respiro lungo e profondo, la mente diviene calma e concentrata,
i pensieri si fermano e ciascum movimento fluisce gentilmente ed accuratamente da
un ' asana all ' altra attraverso il completamento della serie. " Lino Miele

.

La regolarita' della pratica

Un principio di questo metodo e' "esercitati e tutto verra'", la pratica ha un valore prioritario sulla teoria, solo con l ' esperienza pratica regolare e continua che lo studente ottiene la maggior parte della informazione di cui ha bisogno per progredire nel metodo.La pratica consiste in una sequenza di posizioni unite tra di loro attraverso movimenti di transizione che generano tensione dinamica constante. La respirazione particolare che si realizza durante la pratica -ujjaji pranayama-, genera calore interno. L ' attenzione interna si posiziona su punti specifici del corpo chiamati -dristhi-,questo genera concentrazione.
Durante la pratica si realizzano chiusure interne che sbloccanno la energia -bandhas- evitano la sua dispersione e la dirigono verso i canali energetici del corpo -nadis-.


Posizioni del metodo dinamico
Di livello intermedio   :    Marichyasana 3    e    Ardha Baddha Padma Pascimottanasana

A chi sono rivolte queste lezioni

Tutti possono seguire questo metodo armonioso e dinamico che, attraverso l'esercizio fisico, attiva un processo di purificazione di tutto l ' organismo, consentendo cosi al proprio corpo di diventare piu' forte e flessibile e alla mente di raggiungere una maggiore calma e capacita' di concentrazione.

Tutti possono praticare questo metodo se sono disposti a: procedere lentamente e senza aspettative, a godere della pratica, malgrado le proprie limitazioni, ad accettare lo sforzo fisico.

 

 

 

 

 

Tra leggenda e realtà

Ashtanga Vinyasa Yoga nasce a Mysore (India del sud) ad opera di Sri K. Pattabhi Jois che deriva il metodo dagli insegnamenti di Sri T. Krishnamacharya.

La parola Ashtanga vuol dire letteralmente ‘otto rami’ e fa riferimento agli otto gradini descritti da Patanjali nei suoi Yoga Sutra.

Vinyasa (lett. "mettere al giusto posto") indica la sincronicità di respiro e movimento.

Yoga è una parola di antica derivazione che ha molti significati che quindi danno adito a molteplici interpretazioni. Viene spesso tradotta con unione (del se’ personale al se’ universale, del corpo allo spirito, della mente a Dio ecc.) o con aggiogamento (delle fluttuazioni della mente, dei sensi,degli istinti ecc.) ma anche con controllo, coordinazione, costrizione.

La più conosciuta delle leggende che narrano la nascita dell’Ashtanga Vinyasa Yoga è quella che racconta di Sri T. Krishnamacharya e del suo giovane allievo Pattabhi Jois in viaggio a Calcutta alla ricerca di antichi testi sullo yoga.

Nella biblioteca della città rinvengono un manoscritto molto antico del saggio Vamana Rishi dal titolo “Yoga Kurunta”. Al suo interno vi sono descritte sei serie di posizioni che comprendono la maggior parte delle asana conosciute e, tra l’altro, un’importante raccomandazione: “Vinavinyasayogena asanadin na karayet” (“O Yogi! Non praticare asana senza vinyasa!).



Se si tiene conto che tutti i testi conosciuti che parlano di asana in maniera descrittiva risalgono al Medio Evo indiano (1.400-1.600) questo sarebbe il più antico trattato divulgativo di un metodo preciso di esecuzione delle posture.
Subito dopo averlo letto il manuale viene divorato dai topi e gli unici depositari di questo antico sapere rimangono appunto Pattabhi e il suo Maestro.

Altri vogliono che lo “Yoga Kurunta” sia stato consegnato direttamente a Krishnamacharya dal suo Maestro Ram Mohan Brahmachari terminato il suo apprendimento sul monte Kailash (il monte sacro dell’India che si ritiene essere una delle dimore del dio Shiva) oppure addirittura rivelato in sogno.

Autori meno romantici sostengono che probabilmente l’Ashtanga Vinyasa mutui le sue forme da modelli esistenti nella preparazione atletica dei soldati inglesi, dei wrestler e nelle antiche arti marziali indiane unendole alle posizione dello hatha yoga.

Chi conosce il mondo indiano non si stupirà della mancanza di chiarezza sebbene uno dei protagonisti di queste storie sia contemporaneo (Sri K. Pattabhi Jois è morto il 18/05/2009).
Come tutti i grandi saggi di questo misterioso Paese Pattabhi sosteneva che fosse vero tutto e il contrario di tutto mantenendo quel mistero che fa sentire gli indiani onorati di vivere in una terra dove ancora esistono i miracoli.

Dopotutto che importanza ha?
Il metodo va provato e fatto giudicare a corpo e mente. Se vi piace il vostro materassino farà sembrare tutte le leggende delle belle favole da leggere serenamente in poltrona per riposare…

Con tutta probabilità Sri Pattabhi Jois è stato il primo a codificare le serie dopo aver appreso l’arte del vinyasa da Sri T.Krishnamacharya al quale a sua volta era stata insegnata da Sri Ram Mohan Brahmachari.

Un dato di fatto interessante è che in questo lignaggio l’autonomia e l’apertura sono state promosse in misura straordinaria per una disciplina spirituale. Pensate che Krishnamacharya è stato il primo ad insegnare yoga ai non brahmini e Pattabhi Jois il primo ad insegnare alle donne.
Confrontate la pratica e l’insegnamento di Iyengar, Indra Devi, Desikachar o Pattabhi Jois (sono tutti allievi di Krishnamacharya!).

Come felice (a mio parere) conseguenza di ciò anche  all’interno di un metodo rigoroso come quello delle serie nei moderni insegnanti si trovano approcci anche molto diversi che pongono l’accento sulla sincronicità respiro-movimento, o sull’ allineamento, o ancora sul piano dell’energia rendendo ogni incontro un evento straordinario.


 
Formazione Insegnanti

Yoga posturale
tecnico-correttivo
con attrezzi.
Tecnica di Postura,
Consapevolezza e Respiro

.
Corso riconosciuto a
livello nazionale
dal CSEN


Corso riconosciuto a
livello internazionale
da Yoga Alliance

Dove Siamo / Contatti
Nieves Lopez

Insegnante con diverse
formazioni e certificata
dalla Yoga Alliance


Experience
Registered 
Yoga Teacher

Nieves Lopez
Il mio approccio

Affitto della scuola
Attrezzi per la pratica

Attrezzi disponibili
per la pratica a casa

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere gli aggiornamenti su tutti i nostri corsi, eventi e altre novità.

Clicca qui per iscriverti via email.

NB: Potrai cancellarti in qualsiasi momento.

Traduci il sito Yogacentro


(Google Translation)

We speak English
Hablamos Español

Cerca nel sito